RSS

Archivi categoria: recensioni

Le tenebre nel cuore

pauraQuesto piccolo romanzo, trovato per caso in libreria, mentre spulciavo un po’ di qua e un po’ di là, alla ricerca di qualcosa di interessante, ( questo avveniva molti anni fa), appartiene alla migliore letteratura mitteleuropea.

Irene, una donna trentenne, borghese, viennese, che per noia verso la vita e verso le cose che la circondano, non da meno verso i suoi figli,  si trova un amante. Irene è talmente piena di se e del suo stato sociale che ben presto si annoia anche del suo nuovo amico. Ma qualcosa si nasconde dietro l’angolo, un qualcosa che le modificherà completamente il modo di vedere e vivere la vita; le prospettive all’occasione mutano velocemente. Un cambiamento che più radicale non si potrebbe. Racconto incalzante, pieno di pathos, ricco di sentimento, ci trascina passo dopo passo, parola dopo parola verso l’abisso, l’oscurità. Impariamo a conoscere la paura di Irene, viviamo nella sua angoscia. La paura di perdere tutto, dove prima il tutto era ovvio e scontato ora è voluto e ricercato. Read the rest of this entry »

Annunci
 
4 commenti

Pubblicato da su 9 agosto 2018 in recensioni

 

Tag: , , , ,

La pace nel tormento

Immaginate un dipinto con una bella casa in primo piano, tanto terreno ben curato intorno ed una famigliola di quattro persone felice e sorridente tutto sotto una giornata di sole. Bello vero? Ora a questo quadro la Nemirovsky, con la sua scrittura acuta e distruttrice, aggiunge un particolare che mirabilmente solo lei sa fare, con tocco leggero e al tempo stesso duro e di condanna, aggiunge dapprima una piccola nuvola da un lato e poi un temporale in arrivo dall’altro lato. Nei suoi racconti pochi si salvano, tutti sono colpevoli e soccombono alle loro stesse malefatte. Read the rest of this entry »

 
5 commenti

Pubblicato da su 6 agosto 2018 in recensioni

 

Tag: , , ,

Casa piena casa vuota

magazzinoHo letto questo libro molti anni fa, a dire la verità non so neanche se ora è reperibile. Magazzino vita di Isabella Bossi Fedrigotti, casa editrice Tea due. Ho voluto proporverlo perchè è una storia particolare, di vite che entrano ed escono all’interno di un antico palazzotto signorile. Raccontato con una scrittura d’altri tempi, diversa dall’italiano scritto di oggi. Provate a leggerlo e vedrete la differenza. Read the rest of this entry »

 
2 commenti

Pubblicato da su 3 agosto 2018 in recensioni

 

Tag: , , , , ,

Giocando con le spade di legno

Giocando 1È bello viaggiare soprattutto quando questa avventura si affronta insieme agli scrittori che tu ami,  loro mi seguono in un percorso interiore, non so se sono consapevoli del lavoro che svolgono, di quello che realmente danno ai lettori, ossia costruiscono  nuove vite, nuove identità.

In pochi anni Donato Di Capua è stato questo per me, un compagno di viaggio nel mondo dei sentimenti, nel mondo dell’esistere. Read the rest of this entry »

 
2 commenti

Pubblicato da su 1 agosto 2018 in recensioni

 

Specie meno note di Sirene

Qualche giorno fa ho pubblicato un post in cui mettevo in evidenza questo libro. Il motivo, come già accennato, merita di essere letto e comprato. Simonetta Caminiti è una giornalista, traduttrice, in Specie meno note di Sirene –non è la sua prima pubblicazione- sono raccolte liriche, racconti, tutto come se fossero pagine di un diario. Sono datate come se lei ci volesse far partecipi fino in fondo di quanto ha avuto l’ispirazione o semplicemente indicarci il periodo esatto, il momento in cui ha messo nero su bianco il suo pensiero…il suo esistere.

Read the rest of this entry »

 
6 commenti

Pubblicato da su 27 luglio 2018 in recensioni

 

Tag: , , , , ,

Un libro per tutti voi

All’inizio dell’anno è stato pubblicato dalla casa editrice PubMe Specie meno note di sirene di Simonetta Caminiti. La segnalazione è doverosa, perchè sia l’autrice che il libro meritano molto.Naturalmente presto seguirà una vera e propria recensione.

  • Editore:PubMe
  • Data di Pubblicazione:gennaio 2018
  • EAN:9788871638546
  • ISBN:8871638549
  • Pagine:147
  • Formato:brossura

Descrizione

Storie di donne, sorrisi punteggiati dal rimpianto, racconti al confine tra la fiaba e la novella adulta, stralci di diario, fatti di cronaca mutati in prose liriche; infine, dichiarate poesie. Nel corso degli anni, Simonetta Caminiti ha ricamato d’inchiostro fonti di ispirazione disparate, e nei più disparati linguaggi. In “Specie meno note di sirene”, l’autrice si diletta a raccogliere tutto questo mescolando i generi e sottraendo alla polvere della mensola pagine lontane nel tempo. Il volume, però, si conclude con alcune personali traduzioni italiane di Emily Dickinson, che Caminiti cerca di restituire soprattutto nella fragrante musicalità e nella potenza eterna dei messaggi.

A prestissimo con la mia recensione!

 

 
1 Commento

Pubblicato da su 25 luglio 2018 in recensioni

 

Tag: , ,

Pedra Delicado di Alicia Gimenez-Bartlett

Leggendo qualche giorno fa un post di un blog amico Morena Fanti, trovo doveroso parlare di Alicia Gimenez-Bartlett, scrittrice spagnola che seguo e ammiro da anni. La Bartlett ha scritto una serie di racconti polizieschi dove la protagonista è una ispettrice di polizia, Pietra Delicado. Sono romanzi bellissimi che consiglio vivamente a tutti. L’immagine che vi ho proposto di fianco  a sinistra è quella del suo primo romanzo della serie, Riti di morte, comunque sono tutti editi dalla Sellerio. L’ultimo in ordine cronologico, uscito quest’anno è Mio caro serial killer

I racconti della popolare autrice sono infatti dei veri polizieschi di strada, inchieste vive, in cui la matassa dell’intrico si dipana sotto gli occhi del lettore contemporaneamente a quelli dei protagonisti, insieme alla miriade di accadimenti, di coincidenze casuali, di avventurette e infatuazioni che colorano le giornate movimentate dei due poliziotti. Petra Delicado, ispettrice della polizia di Barcellona, e il suo vice Garzón non appartengono alla categoria dell’investigatore speculativo, l’errore e l’abbaglio li mettono sulla pista giusta molto di più che non la deduzione. Hanno però molto mestiere e un gusto per la vita che fa fare i giusti incontri. Lei è una dura con un linguaggio non propriamente da ragazza uscita dalle suore, ma è donna, anche se con gli uomini si comporta come si comportano i duri con le donne. Una dura anche se sempre intenerita e amichevole verso le goffaggini del suo aiutante, molto più anziano, più animale da commissariato, più sentimentale.

Leggetela leggetela leggetela!!!

 

 

 

 
9 commenti

Pubblicato da su 24 luglio 2018 in recensioni, Senza categoria

 

Tag: , , , , , , , , ,

 
ilcortomaltese©

® marchio registrato

Il Pikaciccio

Ricette di viaggio, cucina e vita di due pazzi scatenati

Pictures of You

Un blog di racconti e vari temi seminati a spaglio in un italiano figlio di madre-lingua crocifissa e padre ignoto. There Are Some Places In Internet You Don't Go Alone

Astrogirl

Obsession driven to infinity

OblòBlog

Leggere, Scrivere, Raccontare...

Vauro

sito ufficiale

Silvia Boarin

Poniti un obiettivo alla volta e divertiti durante il viaggio ...ne sarà comunque valsa la pena!!

Il blog di Silvia Cavalieri

Uno spazio creativo per la scrittura

MiddleMe

Becoming Unstuck

Piuttosto che stare a casa a non fare niente

Un blog di formazione e (talvolta) di viaggio

partyepartenze

alla ricerca della felicità...

Il nascondiglio

"Ed io sempre ho preferito originale anche tristo ad ottima copia." (Vittorio Alfieri)

Le Poesie di ADA (arte di ascoltare)

Tra Arte, Ascolto e (Pari) Opportunità per Tutti

mydaphne

this my world, this mydaphne

AlberiEsperti

Perché si fa presto a dire alberi ....