Oggi sono stata colpita dalla sindrome di Marie Kondo

Proprio così, alle 8.30 mi sono messa di buona lena a eliminare tanta roba che non mettevo più. Inutile tenersela in casa a prendere polvere, ad accumularsi inutilmente. Le case inglesi non sono fatte per questo.

Li ho messi in sacchi neri, perché qui si fa così e poi si portano a uno dei negozi dell’usato e si donano. Gli ridiamo una seconda vita. Gli abiti, i vestiti e tutti gli oggetti di casa non si possono buttare, si devono dare in donazione, qui è strettamente consigliato.

Ah mi sento meglio!!!

Annunci

51 Comments

  1. Anni fa ho usato anche io quel libro e 14 buste di indumenti più materiale vario da buttare, cercavo i contenitori gialli della Caritas ma doveva passare il giro d Italia e li aveva levati tutti perché a rischio bombe….e messi nel piazzale di un centro commerciale a 8 Km una scarpinata io con la macchina piena come un uovo che me ne andavo in giro a cercarli…..

    Piace a 2 people

  2. Bravissima!! Che liberazione, vero? *_*
    Anch’io ho fatto fuori mezzo armadio ultimamente, e sto anche attentissima a comprare roba nuova!
    Anch’io do le cose migliori a cuginette, e le altre le metto nei cassonetti appositi…
    Adoro sgomberare ❤
    Invece i miei famigliari sono l'opposto e ogni volta che vedo i loro armadi ho male al cuore xD

    Piace a 3 people

      1. Fai bene!!
        Anch’io lo faccio anche perché ho poco spazio in casa e voglio sfruttarlo al meglio… per esempio svuotando l’armadio e tenendo solo ciò che uso davvero ora ho creato uno spazio in basso dedicato alle cose di Barbie! 😀
        Poi da quando ho poche cose paradossalmente mi vesto meglio (per quanto possa farlo chi come me non ha interesse nel vestiario ecc xD) perché prima non avevo davanti tutto ciò che avevo o lasciavo le cose più belle lì “per non rovinarle”… che senso ha? 😀

        Piace a 1 persona

  3. Io sono una Kondista ante litteram. Il metodo giapponese mi piace e mi è stato utile applicarlo per quanto riguarda il sistema di piegatura, che regala tanto spazio in più (il problema è sempre quello, la scarsità di spazio.) A me l’accumulo delle cose, sia fuori che dentro gli armadi, mette addosso una grande inquietudine, quindi ad ogni cambio di stagione faccio le mie scelte. Per essere sicura, concedo sempre un anno di dormienza agli abiti che non uso più. Se durante tale periodo continuo a non usarli, li elimino. Se trovo ancora qualche associazione che li accetta, li dono. Attualmente sono già inquieta, tra pochi giorni parto e faccio una stage! 🙂

    Piace a 2 people

  4. Io l’ho fatto la prima volta qualche anno fa, appena uscito il libro di Marie Kondo (che adoro!). E ora una volta l’anno faccio pulizia di tutta la casa, eliminando le cose e i vestiti che non ho mai utilizzato nell’arco dell’anno 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...