Ho un sogno…

Ho un sogno chiuso in un cassetto piccolo piccolo, molto distante e forse non più a portata di mano.

Un sogno che ha molti anni, ma mai lo concellerò del tutto, nutro sempre una piccola speranza nel realizzarlo.

Il mio sogno è nato quando avevo circa diciassette anni e andavo a liceo, iniziai ad interessarmi di libri, non quelli scolastici che io odiavo. Mi ci approcciai lentamente, con cautela e diffidentemente. Ma loro mi accolsero a braccia aperte, con tanto calore.

Io passo dopo passo ricambiai questo amore. Da quel momento divenne un amore appassionato, infinito, pieno di rispetto e dedizione.

Adoro l’odore che emanano, adoro il rumore delle pagine, adoro quello che loro hanno da dirmi e insegnarmi.

Loro mi trasportano in un mondo parallelo, il mio mondo parallelo.

Poi mi sono iscritta all’università: Lettere! Che scelta fantastica, alla fine mi hanno dato un attestato di dottore in lettere per aver letto solo dei libri, una pacchia… Ma dai grandi sogni poi la realtà è stata ben altra.

Oggi posseggo migliaia di libri, ho una grande libreria a casa in Italia, qui mi devo trattenere.

Ma il mio sogno è quello di vivere e morire tra i libri, montagne di libri, quindi il mio sogno è aprire una libreria.

Potrò mai realizzarlo? Da quanti anni è chiuso nel cassetto!

Annunci

60 Comments

  1. Te lo auguro di cuore mai arrendersi porta il tuo sentiero verso quel desiderio. Tu decidi il tuo destino….plasmalo giorno dopo giorno vedrai che ci riuscirai io lo so!!!

    Piace a 2 people

  2. Libri… come pane fresco che non sazia mai …. si! Ti ci vedo e mi sa che ci riuscirai eccome. Molto non ti conosco ma… tu entri qui con uno spirito determinato e umile al tempo stesso. Non te lo auguro … ci riuscirai !!!! 💫

    Piace a 2 people

      1. Il mio fidanzato lavora più a Reading che a Milano … forse spero di incontrare un luogo famigliare nella tua libreria… 😃 visto che farei un po’ in Italia è un po’ nel UK…devo… decidere un passo molto importante in questi mesi d’inverno. Chi lo sa …🎈💫💫ma indipendentemente dal mio dire tu ci riuscirai alla grande comunque!

        Piace a 1 persona

      1. Cristian ha un appartamentino a Reading … diciamo che farei un po’ la pendolare affettiva tra Milano Londra e Reading un paio di volte al mese. Spesso sta tre settimane in UK lui… io vivo e lavoro a Milano. Sarebbe un modo per non far venire in Italia sempre lui. 🙂

        Piace a 1 persona

  3. Continua a crederci, perché i sogni non si sa mai quando si possono realizzare, eppure ci tengono in vita… ti auguro di riuscirci, ammiro la tua scelta di esserti iscritta a lettere, per un periodo avrei voluto farlo anch’io, ho cambiato idea e forse è stato meglio così… Ma a differenza di tutti quelli che la ritengono facile, io non penso sia così scontata 🙂

    Piace a 1 persona

  4. Io sognavo di aprire un negozio di dischi, ma oggi noto che negli ultimi 20 anni hanno chiuso praticamente tutti.
    Non so cosa accadrà con le librerie. Anch’io adoro la pagina, la copertina… ma è altrettanto vero che sta prendendo sempre più piede la lettura “elettronica” dei libri, tramite Kindle o simili. Senza pensare ai prezzi concorrenziali di Amazon.
    Le librerie che sopravviveranno saranno non solo quelle di nicchia, ma anche quelle dove l’esercente/commesso conoscerà bene i libri che vende, ampliando poi la vendita ad oggettistica abbinata più o meno alla lettura. Per esempio una piccola libreria vicino a casa mia vende anche tazze, matite, segnalibri, ed altri piccoli oggetti molto ricercati.
    In bocca al lupo!

    Piace a 1 persona

  5. Ciao Anna 😊 l’amore per i libri e l’emozione sempre nuova di averne uno tra le mani, sia che profumi di stampa o abbia pagine ingiallite dal tempo! Wow!Amo i libri da sempre, ricordo ancora il primo libro acquistato con la mancia di Natale, il primo scelto da sola nella libreria del quartiere: ‘Otto cugini’ di Louisa May Alcott. Luoghi magici le librerie, almeno quelle aperte dagli appassionati come te. Grazie per questo post che ha portato a galla un ricordo bellissimo😍 Sai, i desideri sono il “carburante” della vita, attraverso di loro possiamo trasformarla e migliorarla. Dovremmo considerarli tutti come delle opportunità di crescita, indipendentemente dalla loro effettiva realizzazione (niente è impossibile comunque). È il percorso di pensieri, parole e azioni concrete che portiamo avanti per realizzare i desideri che è importante. Per esempio riconoscere di “prendere solo ció che ti arriva” potrebbe essere il primo passo per determinare di andare incontro al tuo desiderio e realizzarlo. Forse non aprirai una libreria ma ci lavorerai dentro… chi può dirlo se non ci provi?

    Piace a 1 persona

    1. Spesso i sogni sono così perché devono rimanere tali. Sono in quella fase della vita di disillusione, di vedere come è andata la tua vita ora e inevitabilmente come sarà domani. Volontariamente mi sono accantonata, ho poca stima di me stessa, ci devo lavorare su. È un momento difficile, mi sono stancata di fare l`ottimista. Grazie per il tuo commento, ti ho risposto con tutta la sincerità che ho potuto. Buona giornata💕

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...