Ciao, come stai?

By

Quando incontro qualcuno o rispondo al telefono, sempre per educazione io dico ciao! Come stai? Quando lo chiedono a me io rispondo ciao tutto bene grazie!

Ancora non sono arrivata ad una conclusione accettabile, lo dico anche se sto morendo, anche se ho appena finito di piangere o ricevuto una cattiva notizia. Mi ricompongo e solare rispondo così.

Continuo a sostenere la mia parte anche se dall’altro lato mi arrivano notizie catastrofiche di piagnistei vari e disastri irreparabili. Riesco ad aprirmi solo se l’incontro o la conversazione si prolunga per un po’ di tempo circa mezz’ora. Inferiore a questo lasso di tempo io ritengo inutile aprirsi e confidarsi. Devo avere la percezione che l’altro/a sia in sintonia con me, che viaggiamo sulla stessa lunghezza d’onda, altrimenti taccio e ascolto paziente, facendo faccine e comprendendo il più possibile.

Sono strana, per la miseria se lo sono!

Annunci