Godersi la pace

By

Oggi, giorno del noncompleanno, mi sono voluta godere la lentezza e la pace della domenica. Posso affermare che ad Hull non è difficile allietarsi di queste giornate. Prima di continuare il mio racconto ci tengo a precisare che qui noi non possediamo due cose fondamentali in Italia: l’auto e la televisione, vi assicuro che si vive altrettanto bene. Abbigliamento sempre comodo e sportivo, obbligatorio, io e mio marito ci siamo avviati verso il parco che dista pochi chilometri da casa, Pearson Park. Qui in Inghilterra le cose non sono pretenziose e perfettissime ma sono fruibili per tutti. Parco pulito e curato, c’è l’aria giochi per i bambini, gli attrezzi ginnici offerti dall’Adidas, il laghetto, le paperelle, ma soprattutto tanto tanto verde e alberi enormi,freschi e verdi. Una cosa che non manca mai ovunque e dovunque, dico sul serio, l’accessibilità per i portatori di handicap, sono fantastici gli inglesi, sono riusciti ad abbattere quasi tutte le barriere architettoniche.

Dopo la camminatina ci siamo avviati verso casa perchè dovevo fare un po’ di spesa a Lidl, sulla strada, in una traversina, con nostra grande meraviglia ci siamo accorti che avevano allestino un mercatino, assolutamente tipico inglese. Che goduria!!!! Ho comprato una spilla fatta a mano per la mia borsa di tela. Ho dovuto frenare la mia compulsione a fare shopping, c’era l’orco cattivo.

Comunque sia è stata una giornata calma rilassante e stranquilla, anche perchè qui i vicini non disturbano e non si fanno mai i fatti tuoi. Non sono scostumati ed invadenti. Questo in Italia anche in giorni di festa era una cosa rara, per un motivo o per un altro, fosse stata anche una radio troppo alta, qualcuno ti doveva dare fastidio. Credo sia una prerogativa tutta italiana. Ditemi voi cosa ne pensate. Raccontatemi dei vostri vicini, sono tranquilli pacifici e amorosi. Qui non ti calcolano, ma per lo meno non ti rompono le scatole.

 

Annunci