Volontariato

Con il tempo, andando alla ricerca di un lavoro, mi sono resa conto che le cose in Inghilterra sono un pò diverse che da noi. Il curriculum è importante, ma cosa ancor più importante è la Reference Letter ( lettera di referenze), ossia i tuoi vecchi datori di lavoro devono scrivere in una paginetta che tu sei stata: brava, puntuale, affidabile, e che non rubi, ti alcolizzi o ti droghi (scherzo…queste ultime cose le ho aggiunte io). Comunque sia il nuovodatore di lavoro, o quello che  lo diventerà, leggerà la lettera e telefonerà alla persona per sentire tutto con le sue orecchie. Ma l’inghippo per me non finisce qui, i lavori che hai fatto devono essere stati svolti in Inghilterra. Che DANNO!!! Che ORRORE!!!

Non potendo avere questo, essendone totalmente sprovvista, ho raggiarato l’ostacolo, come? ora vi racconto. In UK cosa importante e fondamentale è quella di cooperare per la società, per la comunità in cui vivi. Detto fatto! Ho presentato domanda di volontariato (anche qui pellegrinaggio) presso Emmaus, una charity, attiva per gli homeless. Questo è uno shop dove si vendono cose usate, tutto ciò che vi viene in mente noi lì lo vendiamo. E’ divertente, si sta con la gente, imparo l’inglese, e faccio qualcosa per me e per gli altri.

Mesi di questa esperienza vi assicuro che, almeno qui ad Hull, gli inglesi non sono spocchiosi e taciturni, parlano e quanto parlano, gesticolano, canticchiano, ridono. Uno spettacolo vederli. Sia ben chiaro l’inglese è sempre inglese, davanti alla facciata di educazione correttissima, sono Integralisti patriottici. Amano loro stessi e la loro terra.

E’ dura comprenderli e adattarsi, ma vi assicuro che posseggono molti pregi che in Italia ignoriamo totalmente. Gli inglesi sono silenziosi. Il silenzio regna sovrano ovunque, nessuno alza la voce, nessuno bestemmia e si litiga con l’impiegato delle poste, nessuno strombazza con l’auto, ma soprattutto quando devi attraversare la strada non cercano a tutti i costi di metterti sotto. Sentite, sentite si fermano molti metri prima. Wowwwww ha dell’incredibile!!!

Tutto questo per dirvi che oggi ho fatto tardi nell’aggiornare il mio blog perchè sono stata al volontariato. Ma domani è sabato è c’è una sorpresa per me, ve la racconterò…ma non prima del tempo. Ciao!!!

Annunci

14 Comments

  1. Ho letto il tuo post con piacere e per l’ultima parte che riguarda il comportamento e l’educazione stradale, chiamiamola così, ti posso assicurare che non è solo lì, ma anche in Svizzera. Sono di una cortesia e di un’educazione incredibile! Nessuno che ti sgomita per la fila, le macchine si fermano e ti fanno passare etcc… proprio come qui, che a momenti sulle strisce e con la mia sedia a rotelle, mi mettono sotto ah ah 😀

    Piace a 1 persona

  2. Sì è così e soprattutto si fanno gli affari propri e non ti fanno l’interrogatorio sulla tua vita pubblica e privata. Qui invece sembrano così ma poi invece spettegolano alla grande, giudicano, criticano e ti isolano. Vagli a dire che loro hanno mille debiti e tu no. Se non ti ci presenti col macchinone non ci credono nemneno se gli mostri lo scontrino della banca.

    Piace a 1 persona

Rispondi a Giuliana Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...